THE SOFT MOON

The Soft Moon è lo pseudonimo di Luiz Vasquez, musicista di Oakland che nel 2010 pubblica uno degli esordi più intensi degli ultimi decenni, uncompendio imprenscindibile di post-punk ed elettro-wave, uscito per Captured Tracks.
Nel disco Vasquez riesce a mettere assieme ritmiche metronomiche in perfetto stile kraut-wave, linee di basso di scuola Factory, con chitarre shoegaze. Il risultato è una forma di “gothgaze” dalle tinte pesantemente oscure che riesce ad assimilare incubi e paranoie del mondo contemporaneo, nutrendosi con quanto già fatto da gruppi come Suicide, Sisters Of Mercy e New Order.
Da allora sono usciti altri due album, l’ultimo dei quali, il recentissimo DEEPER, è il disco della maturità di Vasquez, che riesce a fondere alla perfezione le sue diverse influenze, dai Nine Inch Nails a John Foxx.
l disco è stato composto in totale solitudine tra Venezia e Berlino ed è stato prodotto da Maurizio Baggio, che con il musicista ha cercato di valorizzare gli aspetti emozionali ed emotivi di un lavoro caratterizzato da un inedito focus sul songwriting.